Esche Avvelenate

Argomenti

L'uccisione di animali domestici e selvatici conseguente alla distribuzione nell'ambiente di bocconi ed esche contenenti veleni o sostanze nocive è un fenomeno sottostimato che comporta un gravissimo danno perpetrato nei confronti dell'ambiente e degli animali, soprattutto cani e gatti ma anche volpi, volatili ed altri animali selvatici.Rappresenta, inoltre, un vero attentato alla salute pubblica per l'alto rischio a cui espone in particolare i bambini che, per gioco o curiosità, possono entrare in contatto con le esche avvelenate.Non è, infine, da sottovalutare la possibilità che, a causa degli avvelenamenti a cascata, i veleni entrino nella catena alimentare o diffondano nelle acque.Al fine di regolamentare l'intera materia e porre un freno all'utilizzo di esche e bocconi contenenti sostanze tossiche o nocive, è stata emanata l'Ordinanza del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 18 dicembre 2008, “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n° 13 del 17 gennaio 2009 e successive modifiche.




ORDINANZA 12 luglio 2019: «Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati” (GU n.196 del 22-8-2019)

ORDINANZA 8 agosto 2022 Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati. (22A04997) (GU Serie Generale n.207 del 05-09-2022)

Portale nazionale degli avvelenamenti dolosi degli animali

Linee guida nazionali per le autopsie a scopo forense in medicina veterinaria



Per informazioni:

U.O.S. Medicina Forense Veterinaria e Anatomia Patologica

081-7865343-492

Crisalide News

Qr Code Campania
Sistema di Certificazione della Salubrità dei Prodotti Campani

Campania Trasparente
Piano di Monitoraggio Integrato

SPES
Studio di Esposizione
nella Popolazione Suscettibile

TUTELA
Intervento di Sanità
Pubblica e di Ricerca

Sigla web



Gisa / Canina / Felina

Analisi del Genoma